INTERVISTA DI YOANI SANCHEZ ALLE NAZIONI UNITE (VIDEO)

Un video molto interessante. Yoani accusa l’ambasciatore cubano di aver fatto in modo che non potesse rilasciare interviste nella sala delle Nazioni Unite, ma nonostante l’azione di contrasto del regime, è riuscita a parlare alla stampa internazionale. L’attenzione mondiale su Cuba si fa sempre più forte, grazie al tour di Yoani. La blogger ha detto: “La Comunità Internazionale deve riconoscere il governo cubano per quel che è: una dittatura. A Cuba chi non è d’accordo con le idee governative viene considerato, nel migliore dei casi, un vendipatria. Vengo da una terra dove manca ogni tipo di libertà, da un paese dove il governo detiene il monopolio informativo, dove la stampa è considerata uno strumento di potere per manipolare l’opinione pubblica. Vengo da un paese che viola quotidianamente i diritti umani, che non concede neppure un minuto alla radio o in televisione ai movimenti non in sintonia con l’ideologia al potere, che non permette diffusione di idee alternative a mezzo stampa. Sogno che un giorno tutti comprendano che Cuba non è il partito unico al potere, ma una nazione fatta di cittadini con idee diverse e proprie aspirazioni. Vengo da un paese dove il governo fa di tuto per eliminare le voci critiche, dove un uomo al potere decide quale sia la strada migliore da intraprendere. Non ho niente a che vedere con la violenza, di nessun tipo, nè con le bombe lanciate da terroristi, nè con chi detiene il potere senza rispetto per i propri cittadini, ma esercitandolo in maniera dittatoriale. Chiedo un’inchiesta internazionale sulla morte di Oswaldo Payà. Dobbiamo sapere che cos’è accaduto quel 22 luglio. Se il governo cubano non ha niente da nascondere dovrebbe fare in modo che si facesse luce su un evento che presenta molti lati oscuri. Invito il Venezuela a non seguire il modello cubano, visto che lo stesso Fidel Castro, in una recente intervista ha detto che il modello cubano non va più bene neanche per Cuba”.

Yoani è partita per l’Europa, ma sarà di nuovo a Miami nei primi giorni di aprile.

Gordiano Lupi – www.infol.it/lupi

 

Advertisements