Gérman Guerra. Parole

Tutto Guerra su NUOVACUBA

Parole

di German Guerra

 

Posso pensare, credere, sentire

che morirò sotto la polvere della sera

per scrivere qui, ora che sorge il sole,

la mia unica poesia, postuma, incompiuta,

due o tre parole come un epitaffio

affisso alla memoria d’una pietra

fatte polvere nella polvere della sera.

 

Voglio sentire, crescere, sognare

che passerà la vita oltre le vite

di Ciro, Alessandro, Empedocle, Cristo,

pure il tempo e l’assillo della morte

senza toccarci appena le ferite,

continueremo qui, eterni, invisibili.

Tu dentro me che piangi e allatti,

e io senza scrivere, senza scrivere

più niente, senza scrivere

mai più altre parole.

 

Traduzione di Gordiano Lupi

www.infol.it/lupi

German Guerra (Guantanamo, Cuba, agosto 1966). Poeta, saggista, editore. Vive a Miami dal dicembre del 1992. Ha pubblicato Dos Poemas (Miami, 1998) e Metalo (Miami, 1998). Il suo ultimo lavoro è Libro de silencio (Miami, 2007), dal quale è tratta questa lirica. Pubblica la Coleccion Strumento, composta da libri artigianali di poesia. Presente in molte antologie di poeti cubani e latinoamericani. Ha pubblicato articoli, saggi e poesia in molte riviste americane ed europee. Menzione d’onore al Premio di Poesia Nicolas Guillén del 2006. Fondatore e condirettore delle Ediciones EnrteRios. Membro del consiglio editoriale della rivista digitale Decir del Agua.

Annunci