Cuba è più dipendente dalle prossime elezioni negli Stati Uniti e in Venezuela che dalle proprie

Riduzione/adattamento dell’articolo di Fernando Ravsberg (BBC Mundo, La Habana)

Cuba si sta preparando per l’elezione dei deputati e il Presidente della Repubblica del febbraio 2013.

Tuttavia, l’attenzione dei cubani è rivolta ad altre elezioni: quelle in Venezuela e negli Stati Uniti.  Questo perché, anche se tutti i quartieri si svolgono riunioni in cui i vicini sono scelti come candidati, i cubani non avranno sorprese.

Tutti sono convinti che Raul Castro sarà rieletto e lo stesso sarà per quasi tutti i membri del Partito Comunista di Cuba (PCC) .

..

Non ci saranno sorprese a Cuba.

Ma tutti sono in attesa di quanto accadrà negli Stati Uniti e in Venezuela.

Se Chavez perde, o si indebolisce, l’economia cubana entrerà in crisi

Miriam Leiva, giornalista dissidente