Virgilio Piñera. Parole di giovane

Per Roberto Pérez

nel giorno del suo ventitreesimo compleanno

Eternamente giovane nel suo momento,

il giovane passeggia tra i larici del camposanto,

e lascia udire la sua canzone.

Oh, morti! Sono così pieno di vita,

pulsa nel mio cuore, nella mia fronte.

Splendo come un sole,

e ho nella gola un usignolo.

Si prepara a vivere, oh delizia!

L’acqua,

che non lava piaghe nella sua pelle,

la lascia brunita

come lo scudo di Perseo.

Sono il magico specchio

in cui depositano i loro sogni gli amanti.

Cantatemi inni, lodi.

Sono un orgoglio per i sensi,

e una fragranza per l’anima.

Il giovane passa con aria di sfida.
Sole, luna, stelle.

Io sono la seduzione. Venite ad adorarmi.

(1978)

 Traduzione Gordiano Lupi