Una lente sul Granma, le bugie di regime sul caso Santiago

di NUOVACUBA

Alcuni giorni fa abbiamo dimostrato come a Cuba uno dei giornali principali, il Granma, racconti alla pubblica opinione una realtà distorta ed irreale. Lo abbiamo fatto raccontando le vicende di un triste incidente occorso a un grande distributore di carburanti a Santiago. Il Granma citava la presenza di competenti vigili del fuoco e l’aiuto dei cittadini allo spegnimento dell’incendio. 

I video diffusi testimoniano l’indolenza e l’incompetenza dei vigili del fuoco che non allontanano centinaia di curiosi dal luogo del pericolo (prima che scoppiasse l’incendio) e la presenza dei cittadini non per aiutare gli stessi incompetenti vigili ma per rubare il carburante. questo è il link dove leggere l’articolo dettagliato.

Già si erano sparse le voci ieri sul twitter. Ma oggi il Nuevo Herald parla dei primi 5 morti per quella tragica dimostrazione di incapacità dei vigili cubani, così decantati dal Granma. Ripeto, i video mostrano che l’incendio si è propagato molti minuti dopo l’arrivo dei vigili del fuoco che guardano senza far nulla arrivare centinaia di curiosi. 

Ad ora il Granma non ha corretto le sue inesattezze, malgrado i video abbiano fatto il giro del mondo. Quindi credo si possa affermare che quelle inesattezze si sono trasformate in bugia. Per quello che riguarda i primi morti dell’evento, ad oggi nulla sul Granma.