Il caso Payà secondo Garrincha

Gustavo Rodríguez detto Garrincha (L’Avana, 1962). Laureato in scienze geografiche. Nel 1986 comincia a pubblicare vignette satiriche su alcuni periodici cubani (Mujeres) e messicani. Nel 1995 viene inserito tra i componenti della prestigiosa rivista satirica Palante, uno spiraglio di libertà nella Cuba del periodo speciale. Nel 1998 passa alla rivista DDT e nel 2000 ne diventa pure editore. Garrincha ha vinto 12 premi internazionali e 25 concorsi nazionali, è stato membro di giuria in molti concorsi per cartoni animati ed è stato Presidente dell’Associazione Umorismo nell’organizzazione dei giornalisti cubani. Oltre a cartoni animati, fumetti e satira, realizza animazioni, illustrazioni e pubblicità. È uscito da Cuba nel 2005, attualmente vive e lavora negli Stati Uniti. Lavora per El Nuevo Herald; Cubaencuentro e Martí Noticias di Miami, in lingua spagnola e con diverse riviste pubblicate in inglese. Il suo blog è http://garrix.blogspot.it/. Dice di se stesso: “Disegnatore con tendenza alla sinusite, ad ascoltare musica, a far tardi con gli amici e a guardare il baseball la domenica pomeriggio. Nessuno è perfetto”. In Italia pubblica (da me tradotto) vignette e fumetti su LIBERO VELENO, ogni domenica. Ha ideato alcune serie di strisce comiche inedite davvero geniali.

(Gordiano Lupi – http://www.infol.it/lupi).